Ipercoop di Guidonia Montecelio, tavolo regionale per trovare una soluzione

0

E’ giunta ieri nel consiglio regionale del Lazio, in modalità telematica, la vicenda dell’Ipercoop di Guidonia Montecelio. I rappresentanti sindacali hanno espresso le loro preoccupazioni in merito al passaggio dell’ipermercato della Coop al gruppo Conad. I lavoratori lamentano la scarsa trasparenza da parte dell’azienda nel processo di compravendita. Destano poi preoccupazione i possibili ridimensionamenti degli spazi destinati alla vendita e riduzione dei posti di lavoro, in particolare del personale impiegato nel box ottica e nel reparto parafarmacia, e il possibile passaggio dal contratto cooperativo al contratto di terziario applicato negli altri marchi della grande distribuzione.

La posizione della città di Guidonia Montecelio – “Sono stato ascoltato in Commissione Lavoro della Regione Lazio – su invito della presidente Eleonora Mattia che ringrazio -, in merito alla vicenda dei lavoratori dell’Ipercoop Tiburtino, fortemente preoccupati per il passaggio a Conad, non ancora formalizzato, ma che dovrebbe avvenire a breve. Ho ribadito in commissione la volontà della nostra amministrazione di essere vicini ai lavoratori e di aver già avviato un’interlocuzione con Coop e Conad, al fine di tutelare i lavoratori in merito ad occupazione e qualità del lavoro”, dichiara il Sindaco di Guidonia Montecelio Michel Barbet.
“Un dialogo che ha portato alle rassicurazioni delle due aziende – prosegue il primo cittadino – di voler mantenere i livelli occupazioni, retributivi e di scatti di anzianità dei lavoratori coinvolti. Continueremo a seguire la vicenda per fare in modo che si concluda al meglio”.

Centro commerciale Tiburtino, sit-in alla Coop

I grillini della Pisana – “Sposo in pieno la linea dell’amministrazione comunale di Guidonia Montecelio che in questi giorni ha fatto tutto ciò che era in suo potere per tutelare i lavoratori – conclude il Consigliere Regionale Valerio Novelli – e dell’assessorato al lavoro della Regione Lazio che, tramite l’assessore Claudio Di Berardino, ha deciso di avviare un tavolo per arrivare ad una risoluzione che tuteli i lavoratori coinvolti. Sono preoccupato per le dichiarazioni di Coop che vuole disfarsi di un punto vendita che è in forte perdita, ma sono sicuro che con l’interlocuzione tra politica, aziende e lavoratori si arriverà ad una soluzione condivisa e che tuteli tutti”.

Cosa accadrà ora – “Cogliamo l’occasione – ha dichiarato l’assessore al Lavoro e nuovi diritti, Claudio Di Berardino – per dire alla Coop di valutare se ci sono margini, per altre soluzioni di rilancio di questo centro di distribuzione molto importante”. Di Berardino ha dato la propria disponibilità per una mediazione istituzionale. In ogni caso, ha proseguito l’assessore al Lavoro, “Coop indichi l’impegno dell’acquirente per salvaguardare l’intera forza lavoro, nel rispetto della normativa contrattuale”. Di qui l’annuncio, da parte della presidente Mattia, della convocazione di un tavolo ristretto, che verrà costituito nell’assessorato, per trovare una soluzione.

VIDEO Dal Guidonia alla gloria, ma che scherzo quello delle Iene a Moscardelli

Comments are closed.