La ferocia comunista e la tragedia delle Foibe, il ricordo a Villalba di Guidonia

0

La tragedia delle Foibe, nelle quali i partigiani comunisti fedeli a Tito uccisero, tra il 1943 e il 1945, migliaia di italiani, e il dramma degli esuli istriano-dalmati, costretti ad abbandonare le loro case dopo la cessione di Istria, Fiume e Zara alla Jugoslavia, seguita alla sconfitta dell’Italia nella Seconda Guerra Mondiale, è una delle pagine più dolorose della storia del nostro Paese. A causa della ferocia comunista c’è chi ha pagato con la vita il solo fatto di essere italiano: inaccettabile.

Oggi, 10 febbraio, è il giorno del ricordo.

La Lega domenica 7 febbraio a Villalba di Guidonia, in piazza Martiri delle Foibe, con una cerimonia sentita e ormai appuntamento annuale, ha raccolto in pochi metri (nonostante il maltempo) tutti coloro che non ci stanno ad avere una sola storia da essere sentita, ascoltata e tramandata.

“Piazza Martiri delle Foibe, Villalba di Guidonia. Da 25 anni, in questa piazza, ricordiamo il genocidio dei nostri connazionali e tutti coloro costretti a fuggire dalle loro terre. Vi giuro che ci riprenderemo anche questo fazzoletto di terra, adesso lasciato nel degrado da un’amministrazione di cialtroni senza Patria. Grazie a tutti per aver sfidato, con noi, le intemperie”, le dichiarazioni del coordinatore comunale della Lega a Guidonia Montecelio, Alessandro Messa, presente insieme al consigliere Arianna Cacioni per la Città dell’Aria.

Proprio la Cacioni annuncia “l’adesione del Gruppo Consiliare di Guidonia Montecelio all’iniziativa della Lega che chiede di modificare la legge sulle onorificenze al merito concesse dalla Repubblica Italiana, al fine di revocare quelle concesse al Maresciallo Tito”.

Il deputato europeo Antonio Maria Rinaldi, il consigliere regionale Daniele Giannini, i consiglieri di Tivoli Andrea Napoleoni e Vincenzo Tropiano con tutto il direttivo guidato dal coordinatore Ettore Tirrò, i rappresentanti della vicina Sant’Angelo Romano e dei gruppi giovanili, hanno presenziato all’appuntamento che intende ogni anno sottolineare che esiste un pezzo di storia da raccontare alla stessa maniera di altri eventi che troppo spesso riempiono il palinsesto televisivo ed i libri scolastici con l’unico obiettivo politico di condizionare le scelte delle future generazioni.

laguidoniamonteceliomigliore

Comments are closed.