Guidonia Montecelio e quel finanziamento perso: un danno da 10 milioni di euro

0

La città di Guidonia Montecelio fuori dal finanziamento ministeriale per i comuni in dissesto. Solo domenica ci chiedevamo cosa avevano fatto i grillini per rientrare del “famoso” debito, argomento che è stato il punto di forza della loro campagna elettorale del 2017, e ci eravamo dati una risposta: lo avevano peggiorato.

Benetti (Lega) risponde a Cubeddu (Cinque Stelle). Affondo politico sul caso delle assunzioni in comune

Neanche il tempo di sostenere la nostra tesi che è arrivata una conferma. Sono stati persi più di 10 milioni di euro. L’esclusione della Città dell’Aria dal finanziamento concesso dal Ministero dell’Interno ai comuni interessati da piano di riequilibrio finanziario è preoccupante e meriterebbe una spiegazione.

“Il decreto è stato emesso l’11 novembre, ci domandiamo cosa si sia fatto negli ultimi due mesi e che effetto può produrre un ricorso così tardivo, se non gravare ulteriormente sulle casse pubbliche con le spese delle parcelle legali. Insomma, l’ennesima tegola su un’amministrazione incapace di ottenere i finanziamenti e di presentare progetti puntuali e credibili che stavolta potrebbero valere più di 10 milioni di euro”, dichiarano Arianna Cacioni della Lega e Giovanna Ammaturo di Fratelli d’Italia.

Il Polo Civico sottolinea: “Di beffe a Guidonia Montecelio, purtroppo, ne abbiamo collezionate sin troppo, anche e soprattutto nel settore finanziario. Chiederemo al sindaco di riferire in aula, chiedendo conto del ricorso, del perché abbiano aspettato più di due mesi dalla comunicazione del ministero per decidere di presentare il ricorso”. Non dimentichiamoci che “di quel piano di riequilibrio e di quel prestito dallo Stato, la nostra Guidonia Montecelio non avrebbe avuto bisogno in considerazione di un bilancio poderoso e della possibilità, anch’essa poderosa, di far ricorso all’anticipazione di cassa”.

Al giro dei comunicati delle opposizioni dovrebbe partecipare anche il Partito Democratico, ma evidentemente dall’alto impongono di non attaccare la maggioranza pentastellata.

E dal comune? Il sindaco Michel Barbet e l’assessore alle Finanze Nicola Sciarra in una nota: “Si tratta di una evidente disattenzione la mancata inclusione del comune di Guidonia tra gli Enti a cui destinare le risorse private del Decreto Agosto. L’Ente possiede tutti gli indici necessari”. E a seguire battaglia annunciata in tutte le sedi possibili.

Lozano a Guidonia, ma è il nuovo parroco

 

Danilo D'Amico

Danilo D’Amico nasce a Tivoli (Rm) il 21 marzo 1986. Laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università Lumsa di Roma. Giornalista professionista dal 22 novembre 2011. Nel 2013 completa il percorso di studi con la Magistrale in Produzione Culturale e Giornalismo. Tre premi e riconoscimenti giornalistici conquistati durante l'attività. Appassionato di cultura, sociale, politica e calcio.

Comments are closed.