Ecco perché la responsabilità sui cinghiali a Guidonia Montecelio è del sindaco Barbet

0

“Il sindaco, quale ufficiale del Governo, adotta con atto motivato provvedimenti contingibili e urgenti nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento, al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana”, questo come evidenziato dalla risposta della Regione Lazio ad un esposto firmato da esponenti politici e dell’associazionismo guidoniano.

“La risposta della Regione Lazio al nostro esposto è esauriente e inequivocabile, la responsabilità di gestire la fauna selvatica, tra cui gli interi gruppi di cinghiali, che arrivano ormai direttamente all’uscio di molte case di Parco Azzurro e Setteville, è del sindaco Michel Barbet. Infatti, malgrado se ne sia dimenticato spesso in questi anni, Barbet è custode dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio della Città dell’Aria ed è a lui che spetta, come ricorda la Direzione Regionale Agricoltura-Area Politiche di prevenzione e conservazione della fauna selvatica, l’attivazione delle ordinanze contingibili e urgenti per fronteggiare le emergenze (come questa). Non ci meraviglia di certo che in un’amministrazione come questa, che in questi anni di mandato ha sempre messo in campo un disastroso mix di incompetenza e noncurante disinteresse, nessuno si sia preoccupato di predisporre un Piano di azione da sottoporre alla Regione Lazio, finalizzato a contenere la proliferazione di questi animali selvatici e pericolosi. Siamo soddisfatti che il nostro intervento sia stato fruttuoso per fronteggiare un pericolo all’incolumità dei nostri cittadini. Trasmetteremo ora tutte le carte al Comune di Guidonia, intimando un intervento sollecito da parte del primo cittadino”, a dichiararlo in una nota Arianna Cacioni (Lega), Giovanna Ammaturo (Fratelli d’Italia), Mauro De Santis, Mario Proietti e Mario Valeri del Polo Civico e l’avvocato Michele Venturiello, presidente dell’associazione Setteville in Comune.

Comments are closed.