“Shot’s Bounce Academy” a Italia’s Got Talent, l’hip hop porta in alto Guidonia Montecelio

0

Il sindaco Michel Barbet e l’assessore alla Cultura, Sport e Turismo Elisa Strani hanno reso onore, tramite una diretta social, ai ragazzi della “Shot’s Bounce Academy” e alla loro insegnante Aurora Landi per aver portato in alto la bandiera della Città di Guidonia Montecelio nella seguitissima trasmissione televisiva “Italia’s Got Talent”, arrivando a un passo dalla finalissima. Trenta tra ragazze e ragazzi tra i 10 e i 12 anni hanno conquistato il pubblico italiano con un balletto hip hop frutto di una coreografia emozionante, una musica travolgente, un grande coraggio e una precisione assoluta. Un pezzo teatrale di sette minuti è stato rielaborato in 120 secondi con risultati stupefacenti.

“Sono felice che si noti l’importanza del gruppo dietro questa esibizione, questo senso d’unione che ci lega – dichiara l’insegnante Aurora Landi -. Si pensa all’hip hop semplicemente come un ballo, ma c’è un messaggio dietro. Nasce dal Bronx, dalle rivoluzioni. Si usava questa danza come metodo d’espressione, come libertà. A ogni ragazzo viene insegnato il valore di questa danza, associato alla tecnica, molto presente e da studiare nel modo giusto. C’è molta preparazione. Mi sono trasferita a Guidonia Montecelio dalla borgata, amo questo territorio, mi piace essere qui e poter lasciare un segno importante per quanto riguarda la condivisione. Puntiamo molto sulla socializzazione e sul sentirci tutti a casa. Ci siamo fermati a lungo nel primo lockdown. Come dico ai ragazzi: non bisogna mai arrenderci perché le cose belle sono sempre dietro l’angolo. Così è stato. Siamo stati contattati dal programma grazie ad un video di un nostro allievo diventato virale. Hanno trovato la nostra scuola e ci hanno permesso di partecipare. Non è stato semplice allenarci. Di cosa parla il pezzo? L’inconsapevolezza, tema sviluppato in diverse chiavi di lettura. Loro hanno rappresentato il ‘vorrei’, quelli che si iniziano ad avvicinare alla passione ma non sanno dove arriveranno. Abbiamo riadattato un pezzo teatrale di 7 minuti in 120 secondi di Jimmy Sax per portarlo sul palco. Dopo l’esibizione hanno scritto dal sud al nord. I ragazzi sono già campioni italiani, con ottimi risultati nel mondo urban, iscritti al Coni con tanto di certificato agonistico, monitorati sempre con il tampone per il talent, hanno però fatto tante prove con la mascherina perché era una sicurezza in più. Li ringrazio, a loro e a tutti i genitori per i sacrifici fatti”.

L’intervento di Michel Barbet, sindaco di Guidonia Montecelio: “Ci tenevamo a comunicare la presenza di questa realtà del territorio. La sera si lavora fino a tardi e non ho potuto seguire la puntata. Ho visto la vostra esibizione. Per un soffio non siete arrivati in finale in un programma seguito in Italia e nel mondo. Lo vedo anch’io prima di andare a dormire, un momento di relax per non pensare a tutti i problemi di un amministratore. Siete un esempio per tutti noi, in modo particolare per i giovani. Per arrivare a questo risultato ci vuole la squadra, ognuno è chiamato a fare la sua parte”.

La chiusura dell’assessore Elisa Strani: “Uno sport che arriva da lontano e che è diventato un vero e proprio movimento e che trova un grande significato nel gruppo”.

Danilo D'Amico

Danilo D’Amico nasce a Tivoli (Rm) il 21 marzo 1986. Laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università Lumsa di Roma. Giornalista professionista dal 22 novembre 2011. Nel 2013 completa il percorso di studi con la Magistrale in Produzione Culturale e Giornalismo. Tre premi e riconoscimenti giornalistici conquistati durante l'attività. Appassionato di cultura, sociale, politica e calcio.

Comments are closed.